anno XXI - N° 15/16 - 19 ottobre 2018

..
L'editoriale
18.10.2018

di 

Claudio Carrer

Vent’anni non rappresentano un traguardo storico, ma nemmeno scontato viste le difficoltà con cui sono confrontati i giornali tradizionali, che devono fare i conti da un lato con gli alti costi di distribuzione e la contrazione del mercato pubblicitario e dall’altro con la “concorrenza” dell’informazione online e dei social media. area non sfugge a queste difficoltà, ma può guardare al futuro con serenità: se saprà tenere fede alla sua missione di contribuire alla conoscenza e alla consapevolezza delle lavoratrici e dei lavoratori e dunque alla loro capacità di resistere agli incessanti attacchi ai diritti e alla dignità, per questo giornalismo ci sarà sempre spazio.

Articoli

Il reportage
18.10.2018

di 

Claudio Carrer

Siamo a Cerdanyola del Vallès, cittadina di quasi 60.000 abitanti alla periferia della capitale catalana, nota per ospitare la sede principale della Uab (l’Università autonoma di Barcellona) con i suoi oltre 30.000 studenti, ma anche e soprattutto per la presenza del più grande stabilimento di tutta la Spagna della multinazionale del cemento-amianto Uralita, che qui ha operato tra il 1910 e il 1997 seminando dolore e morti e provocando un disastro ambientale di dimensioni incalcolabili. Non è un caso che inizi proprio in questa località, con un ricevimento istituzionale, il primo Incontro internazionale delle vittime dell’amianto che si è celebrato in Catalogna dal 4 al 6 ottobre e che ha visto la partecipazione di un centinaio di delegati di numerosi paesi.

Il reportage
18.10.2018

di 

Francesco Bassano e Giacomo Sini

Il sindaco di Riace Mimmo Lucano è diventato un simbolo globale di solidarietà per il suo modo unico di governare una città accogliendo i rifugiati. Il 2 novembre scorso è stato arrestato dalla Procura di Locri, in Italia. È accusato di facilitare l’immigrazione clandestina e affidamento illegale del servizio di raccolta dei rifiuti. La città italiana di Riace è divenuta negli anni un simbolo globale di solidarietà per il suo modo innovativo di accogliere i migranti che hanno ripopolato l’area facendola rinascere, anche economicamente.

La mobilitazione
18.10.2018

di 

F.Bonsaver e M.Lento

Se i vertici padronali si aspettavano delle risposte dagli operai, queste sono arrivate convincenti. Quasi un muratore su due in Ticino ha manifestato a Bellinzona lo scorso lunedì. A Ginevra, l’astensione dal lavoro iniziata martedì si è protratta fino a mercoledì per migliaia di attivi nell’edilizia. Domenica invece, nel Canton Vaud, 1.300 operai in assemblea hanno già deciso che la protesta in novembre durerà due giorni. Presto altre mobilitazioni seguiranno nella Svizzera tedesca.

Rubriche

La mano invisibile
18.10.2018

di 

Silvano Toppi
A briglie sciolte
18.10.2018

di 

Franco Cavalli
Storia di classe
18.10.2018

di 

Pablo Guscetti
Eurovisioni
18.10.2018

di 

Andreas Rieger
Lavoro
18.10.2018

di 

Giuseppe Dunghi
Dolce casa
18.10.2018

di 

Elena Fiscalini
Dietro lo specchio
18.10.2018

di 

Ferruccio D'Ambrogio
Immigrazione & dintorni
18.10.2018

di 

Dino Nardi

Torna su

Editore

Sindacato Unia

Direzione

Claudio Carrer

Redazione

Francesco Bonsaver

Raffaella Brignoni

Federico Franchini

Veronica Galster

..
Indirizzo
Redazione area
Via Canonica 3
CP 5561
CH-6901 Lugano
Contatto
info@areaonline.ch
Inserzioni pubblicitarie

Tariffe pubblicitarie

T. +4191 912 33 80
info@areaonline.ch

Abbonamenti

T. +4191 912 33 80
Formulario online

INFO

Impressum

Privacy Policy

Cookies Policy

 

© Copyright 2019