anno XVIII, n° 3 - 6 marzo 2015

L'editoriale
04.03.2015

di 

Francesco Bonsaver

Lo sciopero è l’atto finale di un processo le cui radici risalgono nel tempo. Ripercorriamo i fatti recenti. Il 15 gennaio il cambio fisso tra franco ed euro a 1,20 mantenuto artificiosamente in vita dalla Banca Nazionale per tre anni e mezzo viene abolito. Si scatena il panico nelle aziende votate soprattutto all’esportazione, con adozione improvvisata di misure a tutto campo. Nella grande maggioranza dei casi, si scarica il rischio imprenditoriale legato alla volatilità del cambio sui lavoratori, tagliando i salari o imponendo ore gratuite. Quasi sempre senza mostrare uno straccio di prova concreta di una imminente catastrofe che le giustificherebbe. Tanti, troppi, imprenditori concepiscono il dialogo come la semplice accettazione supina di quanto affermano.

Articoli

Il Ticino che fa scuola
04.03.2015

di 

Francesco Bonsaver
Processo Eternit bis
04.03.2015

di 

Claudio Carrer

Per il miliardario svizzero Stephan Schmidheiny, appena “graziato” dalla prescrizione nell’ambito di un primo procedimento per disastro ambientale, potrebbe presto aprirsi in Italia una nuova stagione di processi per i morti d’amianto causati dalla sua attività imprenditoriale alla testa della multinazionale Eternit tra la metà degli anni Settanta e la metà degli Ottanta.

Il primo dei tre i procedimenti pendenti a suo carico entrerà in una fase decisiva prima dell’estate con la cosiddetta “udienza preliminare”, nell’ambito della quale sarà valutata la richiesta di rinvio a giudizio per omicidio volontario aggravato, presentata nei giorni dalla Procura di Torino.

L'intervista
04.03.2015

di 

Francesco Bonsaver

Gian Luca Lardi, nato a Poschiavo 45 anni or sono, abita da un decennio nel comune ticinese di Rovio, dove siede in Consiglio comunale nelle file del Partito liberale radicale. Di formazione ingegnere, è alla testa della CSC Impresa Costruzioni SA di Lugano (gruppo Impregilo). Dal 1° gennaio di quest’anno ha assunto la carica di presidente della Società svizzera impresari costruttori (Ssic), succedendo a Werner Messmer.
Quale primo presidente italofono nella storia della Ssic, parteciperà ai negoziati per il rinnovo del Contratto nazionale mantello (Cnm) 2015 per l'edilizia principale. Trattative bloccate dal precedente presidente Messmer in relazione alla polemica sulla collaborazione tra Unia e Allreal, società specializzata sull’analisi dei rischi aziendali. area ha incontrato il neo presidente della Ssic.

Sicurezza sui binari
04.03.2015

di 

Silvano De Pietro

L’incidente ferroviario accaduto lo scorso venerdì 20 febbraio a Rafz, nel canton Zurigo, nel quale due treni si sono scontrati per il mancato rispetto di un segnale rosso, «ha colpito profondamente le Ffs». A dirlo è stato, nella conferenza stampa tenuta una settimana dopo, il direttore generale delle Ferrovie federali svizzere, Andreas Meyer. È una frase che si dice sempre, dopo ogni evento grave. Ma suona un po’ ipocrita parlare solo dell’azienda, quando si sa che queste cose colpiscono soprattutto l’intera opinione pubblica e, individualmente, i lavoratori direttamente o indirettamente coinvolti. area ne ha parlato con un sindacalista e ha raccolto l'interessante testimonianza di un macchinista.

Italia
04.03.2015

di 

Loris Campetti

Il segretario lo chiama “il genio di Firenze” e gli consiglia di «stare sereno perché voti di fiducia e varo del Jobs Act non ci fermano». Il delegato vuole essere ancora più esplicito, «è il califfo di Firenze». Il chirurgo in collegamento dalla Sierra Leone dove dirige uno degli avamposti nella lotta contro Ebola dice con la schiettezza che lo contraddistingue: «Ho preso la tessera della Fiom, uno dei pochi rimasugli della democrazia, e ne sono orgoglioso perché è una delle poche organizzazioni che può contrastare la cancellazione dei diritti, la deriva dell’indifferenza, la violenza quotidiana che è entrata nella nostra società come l’Ebola. Condivido l’idea di aggregare intorno al vostro sindacato tutte le persone per bene che vogliono cambiare questo paradigma, per affermare i diritti, il sociale, l’uguaglianza. Io sono con voi».

Rubriche

04.03.2015

di 

Ludovica Domenichelli

Torna su

Editore

Sindacato Unia

Direzione

Claudio Carrer

Redazione

Francesco Bonsaver

Raffaella Brignoni

Federico Franchini

Veronica Galster

Mattia Lento

Indirizzo
Redazione area
Via Canonica 3
CP 5561
CH-6901 Lugano
Contatto
info@areaonline.ch
Inserzioni pubblicitarie

Tariffe pubblicitarie

T. +4191 912 33 80
info@areaonline.ch

Abbonamenti

T. +4191 912 33 80
Formulario online

INFO

Impressum

Privacy Policy

Cookies Policy

 

© Copyright 2019