< Ritorna

Stampa

 
Emigrazione e dintorni

Un solo codice per tutti i servizi della pubblica amministrazione

di

Dino Nardi

“Spid” (Sistema Pubblico di Identità Digitale) è un nuovo acronimo che in Italia cambierà radicalmente il rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione. Infatti Spid è il nuovo sistema che permette a cittadini e imprese di accedere – attraverso molteplici dispositivi come smartphone, tablet o computer, con un’unica identità digitale ovvero con un unico Pin – a tutti i servizi online delle varie amministrazioni pubbliche italiane ed imprese aderenti.


Grazie a Spid, quindi,  vengono meno le decine di password, chiavi e codici necessari oggi per utilizzare i servizi online della pubblica amministrazione e imprese. L’identità Spid è costituita da credenziali con caratteristiche differenti in base al livello di sicurezza richiesto per i vari accessi.


Esistono tre livelli di sicurezza, ognuno dei quali corrisponde a un diverso livello di identità Spid:  
• Livello 1: permette l’accesso ai servizi con nome utente e password;
• Livello 2: permette l’accesso ai servizi con nome utente e password insieme ad un codice temporaneo che ti viene inviato via sms o con app mobile dedicata;
• Livello 3: permette l’accesso ai servizi con nome utente e password e l’utilizzo di un dispositivo di accesso.
Le varie pubbliche amministrazioni e privati definiscono autonomamente il livello di sicurezza necessario per poter accedere ai propri servizi digitali.


L’identità Spid è rilasciata dai Gestori di Identità Digitale (Identity Provider), cioè soggetti privati accreditati da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale) che, nel rispetto delle regole emesse dall’Agenzia, forniscono le identità digitali e gestiscono l’autenticazione degli utenti.
Per ottenere un’identità Spid l’utente deve farne richiesta, per smartphone, tablet o computer, al gestore che preferisce e che più si adatta alle sue esigenze. Il gestore, dopo aver verificato i dati del richiedente, emette l’identità digitale rilasciando le credenziali all’utente.


Ogni gestore (Aruba, Infocert, Poste Italiane, Sielte, Ti Trust Technologies) può scegliere tra diverse modalità di riconoscimento per la verifica dell’identità del cittadino che richiede lo Spid. In ogni caso per richiedere lo Spid l’utente (maggiorenne)  ha bisogno  di: un indirizzo e-mail; una webcam; un numero di telefono di un cellulare; un documento di identità valido (carta di identità, passaporto, patente, permesso di soggiorno); della tessera sanitaria con codice fiscale oppure di una tessera del codice fiscale.

Pubblicato

Giovedì 16 Marzo 2017

Leggi altri articoli di

< Ritorna

Stampa

 
..

Abbonati ora!

Abbonarsi alla versione cartacea di AREA costa soltanto CHF 60.—

VAI ALLA PAGINA

L’ultima edizione

Quindicinale di critica sociale e del lavoro

Pubblicata

Giovedì 10 Ottobre 2019

Torna su

Editore

Sindacato Unia

Direzione

Claudio Carrer

Redazione

Francesco Bonsaver

Raffaella Brignoni

Federico Franchini

Veronica Galster

..
Indirizzo
Redazione area
Via Canonica 3
CP 5561
CH-6901 Lugano
Contatto
info@areaonline.ch
Inserzioni pubblicitarie

Tariffe pubblicitarie

T. +4191 912 33 80
info@areaonline.ch

Abbonamenti

T. +4191 912 33 80
Formulario online

INFO

Impressum

Privacy Policy

Cookies Policy

 

© Copyright 2019