di

Con l'uscita di Claudio Lardi dal Consiglio di Stato grigionese non ci saranno più ministri italofoni nel governo retico. Forse la partenza di Lardi è un passo indietro per l'italianità, certamente è un passo avanti per la lingua italiana.

Pubblicato il 

07.05.10

Edizione cartacea

Rubrica

 
Nessun articolo correlato