< Ritorna

Stampa

 

Umanitari

di

Area
L'Ats ci ha informato in settimana che «le polizie del Ticino e dei cantoni romandi saranno dotate di munizioni ad espansione controllata, al più tardi entro maggio 2007. Queste munizioni, che si deformano al contatto di un oggetto, permettono di neutralizzare in modo più efficace un eventuale avversario». La nota d'agenzia aggiunge che «secondo la Conferenza latina dei capi dei dipartimenti di giustizia e polizia, l'impiego della munizione ad espansione controllata è compatibile con il diritto umanitario internazionale».

Il diritto umanitario internazionale si applica soltanto in caso di conflitti armati fra Stati – cioè in caso di guerra. Forse sarebbe il caso che i capi delle nostre polizie si chinassero una volta o l'altra sui diritti umani – che si applicano a tutti i
cittadini, sempre. Oppure che ci spiegassero
con chi sono in guerra.

Pubblicato

Venerdì 13 Ottobre 2006

Edizione cartacea

Leggi altri articoli di

Rubrica

< Ritorna

Stampa

Abbonati ora!

Abbonarsi alla versione cartacea di AREA costa soltanto CHF 60.—

VAI ALLA PAGINA

L’ultima edizione

Quindicinale di critica sociale e del lavoro

Pubblicata

Giovedì 19 Maggio 2022