-Sono in lista d'attesa, sapessi che ansia!-
-Ma non dirmi, cosa ti è successo? Devi partire d'urgenza, o magari devi farti operare, oddio, un trapianto?….ho sentito che è drammatico…-
-Macchè, cosa hai capito? Sto aspettando che arrivi la mia borsetta nuova, tu non ti immagini lo stress, sono passata alla boutique già tre volte per vedere se era arrivata, l'ho comandata un mese fa… -
-Ah una borsetta …beh allora…-
-Ma non è mica una borsa qualunque! È l'ultimo modello XX, figurati, quei cretini, fanno la pubblicità su tutti i giornali di moda e poi non ne hanno abbastanza da vendere.-
- Capisco. Certo sarà molto speciale, e ti costerà anche qualche biglietto da cento…-
- Macchè da cento, da mille vorrai dire! Quattromilacinquecentosettanta franchi per la precisione! Ma li vale neh! C'è su di tutto: lucchetti, borchie dorate, cinghie e fibbie. Anche un pezzo di pelliccia. Pelliccia vera, non quelle finte che poi le chiamano ecologiche, figurati che su questa borsa c'è proprio la zampetta vera dell'ermellino, o forse un visone non so bene…-
- Un visone certo, carine le bestiole!-
Seee…. intanto io sono qui a aspettare, le feste sono passate e io non l'ho nemmeno potuta sfoggiare. Cribbio che nervoso! Se penso a tutte quelle tipe che vengono da chissà dove che avevano qua borsoni firmati a destra e sinistra… e io ancora qui in lista d'attesa.-
- Mi pare di avere visto una cosa simile in un film…-
-Brava,  proprio così. Proprio come la tipa di quella serie, come si chiama già? Sex and the city, la tipa bionda, l'unica bella, cioè sexy, insomma la meno imbranata di quelle quattro lì. Ti ricordi che andava per strada e a un certo punto ha visto una qualsiasi con qua la borsetta di Vermes che aveva comandato già da tre mesi alla sua boutique? Proprio come quella lì sono ridotta. Ah ma lei era andata dalla commessa e l'aveva alzata di peso, una bella scenata in mezzo ai clienti. Credi che dovrei farla anch'io ?-
- Non saprei, magari lei non c'entra, poverina… –
- Poverina un corno! Quella lì se va in giro vestita come si veste può dire grazie a me e quelle che come me le lasciano lì lo stipendio di un mese per una borsetta!-
- Un mese. Ma non ti pare troppo… per una borsa?-
- Ma te dove vivi, scusa?  Oggi devi avere gli accessori giusti se frequenti certi giri. Io ho bisogno di un certo tono, se no dove lo trovo il marito ricco? Ah già, ma te la tua vita mondana la fai in biblioteca e ai raduni delle mamme che lavorano alle Botteghe del mondo. Cosa ne puoi sapere? Senti, scusa, devo andare. C'è un aperitivo un po' "in" e non posso certo andarci vestita così.-
- E cosa ti metti?-
- Una cosina leopardata con le frange d'oro e degli strappi che fanno un po' hippy.-
- Hippy? _
-Aeee, un po' selvaggia. Tipo isola dei famosi. Però con lo stivale da cow-boy.-
- Belli i cavalli...-
- Ecco, proprio lui. Quelli con i brillantini e i tagli. Quasi me li facevo fregare sotto il naso da una russa, ma l'ho fulminata, quella vacca!-

Pubblicato il 

19.01.07..

Edizione cartacea

..
..
..

Rubrica

..
 
..
Nessun articolo correlato
..
..
.. ..