Dolce casa
Un sito permette ora d’identificare le possibilità di miglioramento del proprio appartamento in materia di riscaldamento, con l’obiettivo di ridurre i costi, l’energia spesa e l’emissione di CO₂. Gli inquilini possono economizzare centinaia di migliaia di franchi ed emettere meno CO₂ informandosi, invitando il loro locatore a migliorare il sistema e adattando le proprie abitudini. La piattaforma www.testcostiriscaldamento.ch informa sul risparmio d’energia potenziale e incoraggia a passare ai fatti.
 

Gli stabili d’appartamenti, in particolare gli impianti che utilizzano la nafta o il gas, emettono più del 25% di diossido di carbonio in Svizzera. Un milione e mezzo di case o di immobili sono insufficientemente isolati. Molti impianti di riscaldamento e di ventilazione in stabili nuovi o rinnovati sono mal regolati. Sovente le persone non sono a conoscenza degli effetti del loro comportamento sul proprio consumo d’energia. E le fatture del riscaldamento sono ancora più elevate.

Con semplici misure è possibile risparmiare denaro, energia e CO₂. Il test permette di valutare in modo semplice i propri costi e il proprio potenziale di risparmio. Si tiene conto dell’ubicazione, dell’altitudine e dei gradi-giorno di riscaldamento di un appartamento e i costi spese vengono classificati in tre categorie: “bassi”, “medi” e “alti”.
 
In funzione dei risultati del test, verranno proposte misure semplici atte a ridurre i propri costi di riscaldamento e a contribuire a preservare il clima. Le persone che lo desiderano possono indirizzare una lettera al loro locatore informandolo sulle possibilità poco dispendiose atte a farsi consigliare in vista dei miglioramenti realizzabili nella pratica.
 

Verificare l’abbonamento al gas – per esempio – e rivedere i costi di manutenzione, è quello che basta a volte per conseguire risparmi mirati.

Il test incoraggia inquilini e locatori a padroneggiare il loro consumo d’energia. Evolvendo nei loro comportamenti e ottimizzando gli impianti, la riduzione del 10% dei costi di riscaldamento permette di economizzare molte centinaia di milioni di franchi per anno, e ciò solo negli immobili d’abitazione, contribuendo a diminuire considerevolmente i combustibili fossili e il CO₂, nocivi per il clima.
 

Molte organizzazioni hanno unito le loro forze per attirare l’attenzione su questo potenziale: la piattaforma www.testcostiriscaldamento.ch è un progetto comune di Energie Zukunft Schweiz, dell’Asi e di Casafair, ed è sostenuta dall’Ufficio federale dell’energia e dall’Ufficio federale delle abitazioni. Più saremo a fare il test, più potremo ridurre il consumo, risparmiando più denaro, più energia e più CO₂.

Pubblicato il 

10.09.20..
..

Rubrica

..
 
..
Nessun articolo correlato
..
..
.. ..