di

Il 31 ottobre la Posta ha annunciato l'ennesima ristrutturazione con taglio di 500 posti di lavoro. Lo sconcerto è stato generalizzato. Qualche giorno dopo ha comunicato che gli utili dei primi 9 mesi di quest'anno ammontano a oltre 600 milioni. Notizia che ha trasformato lo sconcerto in scandalo. Se Ulrich Gygi è sempre convinto che i tagli nel personale sono necessari ma non sa da che parte cominciare, gli consigliamo il responsabile della comunicazione della Posta. Non gli mancherà.

Pubblicato il 

10.11.06

Edizione cartacea

Rubrica

 
Nessun articolo correlato