< Ritorna

Stampa

 

O più verdi oppure al verde

di

Gianfranco Helbling
Ogni genitore lo sa: i momenti di crisi possono essere importanti momenti di crescita, in grado di rilanciare su binari più sicuri la vita dei figli. A patto di sapersi rimettere in gioco e di investirci tutte le risorse necessarie.
La Svizzera è in piena crisi. Come il resto del mondo. Se non più del resto del mondo. E sta vivendo male, malissimo questa crisi perché non ha ancora capito che potrà uscirne vincente soltanto se sarà profondamente diversa da come vi è entrata. Come un'adolescente, deve diventare adulta. E smetterla di fare la furbetta. Il resto del mondo non è più d'accordo di vedere la Svizzera che gioca e si arricchisce con i soldi degli altri. Dopo la questione del riciclaggio di denaro risolta obtorto collo, dopo la soluzione impostaci di forza sugli averi ebraici, ora tocca al segreto bancario. Ingenuo chi si sorprende. Fesso chi non pensa a delle alternative.
Le banche anche in futuro saranno un importante tassello del nostro benessere. Ma non dovranno più esserne l'unico indicatore. La Svizzera sa essere altro, ben altro che un covo di avidi affaristi e furbi approfittatori. La Svizzera ad esempio dispone (ancora, per ora) di un'ottima struttura industriale. La Svizzera vanta (ancora, per ora) competenze di altissimo livello nella ricerca e nello sviluppo di nuovi prodotti. Ancora, per ora. Perché queste qualità vanno costantemente curate. Altrimenti svaniscono.
La Svizzera era all'avanguardia fino a qualche anno fa nel settore delle nuove tecnologie applicate alla tutela ambientale. Poi s'è fatta progressivamente raggiungere e in qualche caso superare da altri Paesi. Questa crisi dev'essere sfruttata per un rilancio verde di tutto il sistema economico nazionale. Perché il più grosso mercato che si apre di fronte a noi nei prossimi decenni è quello delle energie rinnovabili e della protezione dell'ambiente. La Svizzera ha le capacità e i mezzi per raccogliere la sfida. Ma deve agire ora. Per questo non bastano pacchettini anticrisi che sostengano un po' la congiuntura come si faceva una volta. Oggi si deve cambiare strutturalmente il nostro sistema di produrre ricchezza. Solo se saremo decisamente più verdi non ci ritroveremo alla fine di questa crisi completamente al verde.

P.s.: chi vive in Ticino può fare un passo importante nella giusta direzione firmando l'iniziativa popolare "Per il risparmio energetico e per la riconversione energetica degli alloggi". I formulari, che erano allegati all'ultimo numero di area, devono essere ritornati entro il 20 marzo.

Pubblicato

Venerdì 6 Marzo 2009

Edizione cartacea

Leggi altri articoli di

< Ritorna

Stampa

Abbonati ora!

Abbonarsi alla versione cartacea di AREA costa soltanto CHF 60.—

VAI ALLA PAGINA

L’ultima edizione

Quindicinale di critica sociale e del lavoro

Pubblicata

Giovedì 19 Maggio 2022

Torna su

Editore

Sindacato Unia

Direzione

Claudio Carrer

Redazione

Francesco Bonsaver

Raffaella Brignoni

Federico Franchini

Veronica Galster

Mattia Lento

Indirizzo
Redazione area
Via Canonica 3
CP 1344
CH-6901 Lugano
Contatto
info@areaonline.ch
Inserzioni pubblicitarie

Tariffe pubblicitarie

T. +4191 912 33 80
info@areaonline.ch

Abbonamenti

T. +4191 912 33 80
Formulario online

INFO

Impressum

Privacy Policy

Cookies Policy

 

© Copyright 2019