Un antipasto sul mezzogiorno della giornata di mobilitazione indetta dai sindacati il prossimo 29 febbraio. Davanti a un centinaio di persone, molte voci si sono alzate contro i tagli al servizio pubblico e alle condizioni d’impiego dei dipendenti statali e parastatali. Tra i molti argomenti, sono stati evocati le risposte del settore pubblico in altri cantoni, quale lo sciopero odierno dei docenti ginevrini. Al termine del presidio, una parte dei manifestanti è entrata nel Palazzo per assistere ai lavori parlamentari incentrati sul Preventivo2024. Una fragile intesa della maggioranza di centro e di destra dovrebbe cancellare il taglio ai sussidi ai premi cassa malati. I numeri sembrerebbero invece mancare per il rincaro ai dipendenti cantonali e l’abolizione dei tagli ai settori invalidi e anziani.

Pubblicato il 

05.02.24
Nessun articolo correlato