< Ritorna

Stampa

 

Libertà di movimento

di

Area
Il sindaco di Lugano Giorgio Giudici ha prospettato l’ipotesi di emettere un’ordinanza municipale che limiti la libertà di movimento di tutti i richiedenti l’asilo sul territorio comunale, costringendoli a rientrare nei centri entro le 22. Un coprifuoco, insomma, che permetterebbe di purificare etnicamente il centro città, almeno la sera, ché un africano qualsiasi o un kurdo vicino al Casinò son mica belli da vedere. Scopo dichiarato: limitare lo spaccio di stupefacenti. È un’idea del tutto anticostituzionale: “una provocazione”, come ammette lo stesso Giudici, per attirare l’attenzione su “un fenomeno in espansione”. È una proposta anticostituzionale perché indiscriminata, spara nel mucchio. Noi invece, per attirare l’attenzione sul fenomeno, proponiamo a Giudici una misura mirata, dunque assai più costituzionale e oltretutto dall’alto valore simbolico ed educativo: limitare la libertà di movimento impedendogli l’accesso al Municipio a tutti coloro che sono notori consumatori di cocaina.

Pubblicato

Venerdì 27 Giugno 2003

Edizione cartacea

Leggi altri articoli di

Rubrica

< Ritorna

Stampa

Abbonati ora!

Abbonarsi alla versione cartacea di AREA costa soltanto CHF 65.—

VAI ALLA PAGINA

L’ultima edizione

Quindicinale di critica sociale e del lavoro

Pubblicata

Giovedì 29 Settembre 2022