< Ritorna

Stampa

 

Lega, fucina dell'estrema destra

di

Area
Alle elezioni comunali ticinesi la Lega è avanzata quasi ovunque. Il più delle volte, lo ha fatto alleandosi con l'Unione democratica di centro (Udc). Giuliano Bignasca, presidente a vita del movimento leghista, a chi accusava il suo partito di essere sempre più a destra ha risposto in televisione di non essere Francesco Storace. Per chi non lo sapesse,  Storace è presidente di Destra, il movimento italiano che si è scisso da Alleanza nazionale di Fini perché rinnega il simbolo della Fiamma del vecchio Movimento sociale italiano. La promessa di Storace di sostenere Gianni Alemanno al ballottaggio per la poltrona di sindaco di Roma ha fatto infuriare la comunità ebraica romana, che considera Destra un movimento che non ha rotto con il suo passato fascista. Cosa centra questo preambolo con le comunali ticinesi? A Lugano, l'Udc ha inserito nella sua lista per il consiglio comunale quattro "indipendenti". Oltre ad aver eletto tre rappresentanti in consiglio comunale, il primo subentrante della lista Udc-Lugano sicura è Marco Seitz, vicepresidente del Movimento di azione sociale di Lugano. Il terzo subentrante invece è Matteo Cereghetti, membro di Destra nazionale. Ma anche in altri comuni, questa volta nelle liste congiunte di Lega dei ticinesi, Udc e "indipendenti", ritroviamo altre persone vicine a questi movimenti di estrema destra. A Vezia, il presidente di Destra nazionale, Roberto Nava, è stato eletto in consiglio comunale, mentre a Savosa è stato eletto in consiglio comunale Marco Mantegazza, pure membro di Destra nazionale. Il Mendrisiotto non è immune da questo fenomeno. A Morbio inferiore, Riccardo Valsangiacomo e Terence Pieroni sono stato eletti in Consiglio comunale. Entrambi sono membri di Destra nazionale. L'unica considerazione possibile è che l'onda anomala leghista e Udc è riuscita a "sdoganare" idee di estrema destra contro le quali questo paese ha cercato di opporsi, anche in tempi più difficili. Il tutto nel silenzio più assordante.

Pubblicato

Venerdì 25 Aprile 2008

Edizione cartacea

Leggi altri articoli di

< Ritorna

Stampa

Abbonati ora!

Abbonarsi alla versione cartacea di AREA costa soltanto CHF 60.—

VAI ALLA PAGINA

L’ultima edizione

Quindicinale di critica sociale e del lavoro

Pubblicata

Giovedì 19 Maggio 2022