< Ritorna

Stampa

 

L'apprendista, la pagella e il divieto di concorrenza

di

Heinrich Nydegger
Brutte note: ho diritto a un sostegno?

Dall'agosto del 2011 svolgo un apprendistato nel commercio al dettaglio. Fra qualche settimana la scuola professionale che frequento ci darà di nuovo le sue valutazioni. Temo che le mie note non saranno per niente belle. Anche nel primo anno di apprendistato a scuola non ero molto bravo. Nei mesi di apprendistato che mi rimangono vorrei migliorare le mie note. Ho diritto a lezioni di recupero?

Sì. Fanno parte dell'apprendistato accanto al lavoro nell'azienda formatrice anche la frequenza delle lezioni alla scuola professionale e l'esame finale. Il Codice delle obbligazioni (Co) prescrive che l'apprendista deve fare tutto il possibile per raggiungere gli obiettivi di apprendimento. Il curriculum di studi della scuola professionale comprende a questo scopo anche eventuali corsi di appoggio. Se dunque tu hai bisogno di lezioni di recupero la scuola, in accordo con la tua azienda formatrice e con te stesso, te li può prescrivere. È importante sapere che se le tue prestazioni o il tuo comportamento a scuola o in ditta sono insufficienti, la scuola ti può escludere dalle materie facoltative. Se la scuola, l'azienda formatrice e l'apprendista non riescono a mettersi d'accordo è il cantone che deve decidere su un eventuale corso di appoggio. L'azienda formatrice deve metterti a disposizione per simili corsi in  media mezza giornata alla settimana durante il tempo di lavoro. Questo insegnamento durante il tempo di lavoro non deve però durare più di mezza giornata alla settimana. E l'azienda formatrice non ti può praticare nessuna deduzione dallo stipendio per averti concesso questa mezza giornata prevista dalla legge. Inoltre questi corsi di recupero non devono limitarti la possibilità di acquisire la necessaria pratica professionale.


Divieto di concorrenza dopo il tirocinio?

Il prossimo anno concludo la mia formazione. Siccome volevo sapere esattamente quando, ho gurdato il mio contratto di apprendistato e ho visto che c'è dentro un divieto di concorrenza. Dopo l'apprendistato devo dunque continuare a lavorare nella mia azienda formatrice?

No, non devi. Accordi che limitano la libertà di decisione sull'attività professionale dopo il tirocinio non sono infatti ammessi. Gli apprendisti al termine dell'apprendistato devono poter decidere in assoluta libertà sul loro futuro professionale. Il divieto di concorrenza contenuto nel tuo contratto di apprendistato è dunque illegale e quindi senza alcun effetto. Terminato l'apprendistato il divieto di concorrenza si regola così: affinché esso sia valido dev'essere concordato in forma scritta. Inoltre il divieto dev'essere limitato quanto al luogo, all'oggetto e al tempo. Infine un divieto di concorrenza è vincolante soltanto se lasciando la ditta sussiste il pericolo che qualcuno possa usare dei segreti aziendali, delle conoscenze sulla cerchia dei clienti e simili danneggiando l'ex datore di lavoro.

Pubblicato

Venerdì 7 Dicembre 2012

Edizione cartacea

Leggi altri articoli di

Rubrica

< Ritorna

Stampa

Abbonati ora!

Abbonarsi alla versione cartacea di AREA costa soltanto CHF 60.—

VAI ALLA PAGINA

L’ultima edizione

Quindicinale di critica sociale e del lavoro

Pubblicata

Giovedì 19 Maggio 2022

Torna su

Editore

Sindacato Unia

Direzione

Claudio Carrer

Redazione

Francesco Bonsaver

Raffaella Brignoni

Federico Franchini

Veronica Galster

Mattia Lento

Indirizzo
Redazione area
Via Canonica 3
CP 1344
CH-6901 Lugano
Contatto
info@areaonline.ch
Inserzioni pubblicitarie

Tariffe pubblicitarie

T. +4191 912 33 80
info@areaonline.ch

Abbonamenti

T. +4191 912 33 80
Formulario online

INFO

Impressum

Privacy Policy

Cookies Policy

 

© Copyright 2019