< Ritorna

Stampa

 
L'editoriale

Informazione ingannevole

di

Claudio Carrer

Una campagna volta a banalizzare e a sminuire la portata della modifica legislativa, così come a ridicolizzare gli avversari che si preoccupano delle aperture prolungate per una ventina di negozietti su 1'350. Un'opportunità, apprendiamo sempre dalla Nzz, che due giganti del commercio al dettaglio come Coop e Migros nemmeno coglierebbero: nonostante controllino circa 350 shop dichiarano di non avere «alcun interesse» alle aperture notturne. Davvero curioso se si considera il permanente attivismo di questi soggetti in favore di una liberalizzazione sempre più spinta.


La strategia della menzogna non è però nuova se guardiamo al processo di deregolamentazione degli orari di lavoro nel settore della vendita (ma non solo) in atto da una ventina d'anni a livello sia federale sia cantonale, che si è in parte riusciti a contenere grazie ai referendum e agli effetti che questi hanno avuto sulle scelte politiche. A ogni occasione i fautori della liberalizzazione ci dicono e ci promettono che si tratta solo di introdurre un'eccezione per soddisfare dei presunti bisogni particolari: una volta quelli dei viaggiatori, un'altra quelli degli automobilisti, un'altra ancora quella dei turisti e un giorno quella dei cittadini che si sentono insicuri quando i negozi chiudono.


Il risultato è che le eccezioni si moltiplicano e l'introduzione della giornata lavorativa di ventiquattr’ore si avvicina a grandi passi, come dimostrano tra l'altro anche altri progetti di liberalizzazione (molto più ambiziosi e pericolosi) che godono del sostegno del Parlamento e del Consiglio federale e a cui l'apertura 24 ore su 24 dei negozietti nelle stazioni di benzina spianerebbe la strada.


In gioco, insomma, c'è qualcosa di più della sorte di 23 shop, anche se in questo momento a qualcuno conviene non dirlo.

 

Pubblicato

Giovedì 7 Febbraio 2013

Edizione cartacea

Leggi altri articoli di

< Ritorna

Stampa

Abbonati ora!

Abbonarsi alla versione cartacea di AREA costa soltanto CHF 60.—

VAI ALLA PAGINA

L’ultima edizione

Quindicinale di critica sociale e del lavoro

Pubblicata

Giovedì 18 Novembre 2021

Torna su

Editore

Sindacato Unia

Direzione

Claudio Carrer

Redazione

Francesco Bonsaver

Raffaella Brignoni

Federico Franchini

Veronica Galster

Mattia Lento

Indirizzo
Redazione area
Via Canonica 3
CP 5561
CH-6901 Lugano
Contatto
info@areaonline.ch
Inserzioni pubblicitarie

Tariffe pubblicitarie

T. +4191 912 33 80
info@areaonline.ch

Abbonamenti

T. +4191 912 33 80
Formulario online

INFO

Impressum

Privacy Policy

Cookies Policy

 

© Copyright 2019