L'editoriale
Attendendo il peggio
..

di

Siamo a cinque minuti dalla mezzanotte ma ci viene servita la colazione. È una metafora che rende l’idea della lentezza con cui il Consiglio federale sta affrontando la nuova ondata di contagi da coronavirus che sta investendo la Svizzera, la quale, con un’incidenza media di quasi 400 casi ogni 100.000 abitanti e punte fino a 900 in alcuni cantoni, ha oggi una delle peggiori situazioni dell’intero continente. Eppure, Berna continua a dormire e a lasciare che siano i Cantoni a sbrogliarsela.

Leggi l'articolo

Pubblicato il

22.10.20
..

L'ultima edizione

22 Ottobre 2020
..

Ultime rubriche

..
.. ..
..
Lavoro & dignità
Il personale sociosanitario, ancora provato, è già chiamato ad affrontare la seconda ondata pandemica. Questa volta non si accontenta degli applausi

di

..

Non hanno ancora ricevuto il dovuto riconoscimento per il grande sforzo fatto durante la prima ondata pandemica, e già sono chiamati ad affrontare la seconda, con gli ospedali che in alcuni Cantoni sono già vicini al collasso. Stiamo parlando del personale sociosanitario, per il quale gli applausi non bastano più: per continuare a far fronte a questa pandemia e alle future crisi sanitarie bisogna urgentemente migliorare le loro condizioni di lavoro e rendere più attrattive tutte le professioni del settore.

Leggi l'articolo

Pubblicato il 

28.10.20..
..
..
..
..
Lavoro & Dignità
Dopo cinque anni di trattative e procedure, il ccl entrerà in vigore a gennaio. Ne ripercorriamo le tappe con Igor Cima, sindacalista di Unia

di

..

Presto, forse già dal prossimo anno, il Ticino avrà il suo primo contratto nel ramo degli architetti e ingegneri e professioni affini, che regolerà salari minimi e condizioni d'impiego di circa 3'500 lavoratori in Ticino. Ieri infatti il Consiglio di Stato ha comunicato di aver respinto i ricorsi inoltrati a giugno contro il ccl concordato tra sindacati e l’Associazione studi d’ingegneria e architettura ticinesi (Asiat), dando il via libera alla sua entrata in vigore.  Una novità frutto di un percorso durato oltre cinque anni, dove significativa è stata la partecipazione dei lavoratori. Lo ripercorriamo con Igor Cima di Unia che ne ha seguito l’intera procedura.

Leggi l'articolo

Pubblicato il 

27.10.20..
..
..
..
..
..
Lavoro & dignità
..

di

Dopo quindici giorni di sciopero e delle trattative difficili, grazie alla loro grande determinazione, i lavoratori di Leclanché Capacitors hanno ottenuto un piano sociale ben migliore di quanto previsto inizialmente, che prevede indennità di partenza fino a quindici mesi di salario. Sono tuttavia delusi per la ferma decisione del datore di lavoro di delocalizzare, cancellando gli impieghi.

Pubblicato il

26.10.20
Lavoro & Sicurezza
..

di

Negli ultimi periodi, gli infortuni gravi al lavoro, anche letali, si ripetono con una certa frequenza in Ticino. Se ne contano 28 negli ultimi dodici mesi, con quattro decessi. Se l'edilizia è il ramo preminente, industrie e artigianato non sono immuni. Ogni caso è frutto di una serie di fattori, non per forza comuni tra loro. Ma non dobbiamo smettere d'indignarci, di sforzarci di capire perché avvengano e alzare la guardia affinché non si ripetano.



Pubblicato il

22.10.20
America Latina
..

di

Domenica prossima, 25 ottobre, in Cile si vota per il referendum per avviare il processo di riforma che porti a una nuova costituzione che cancelli l’obbrobrio della costituzione imposta da Pinochet nel 1980, mai abrogata in 40 anni (guarda caso) ma solo “ritoccata” dai governi di destra e di centro-sinistra. In Bolivia invece, il voto popolare dello scorso fine settimana ha cancellato il golpe di un anno fa, riportando il Movimento per il socialismo di Evo Morales al potere.

Pubblicato il

22.10.20
Italia
..

di

Si naviga a vista nella nebbia e la forza del mare cresce. La seconda ondata della pandemia sta mettendo a dura prova false certezze e legittime speranze. Il refrain ripetuto ossessivamente per tranquillizzarci – in Italia le cose vanno meglio del resto d’Europa – viene sbatacchiato dall’incalzare dei numeri dei positivi al covid 19, in crescita esponenziale dalla pazza estate in cui si è respirato un clima da liberi tutti. 11-12 mila nuovi malati ogni giorno, cifre da record assoluto ma va precisato che rispetto a febbraio-marzo il numero di tamponi è aumentato di 7-8 volte e la maggior parte dei positivi è asintomatica. Persino i morti hanno ripreso a salire sfiorando i 100 quotidiani. Certo, meno dei 1000 nei giorni più drammatici della prima ondata, anche perché scienza e medicina qualche passo avanti l’hanno fatto.

Pubblicato il

22.10.20
Eguaglianza
..

di

Jeder Frau ihre Stimme. 50 Jahre Schweizer Frauengeschichte 1971-2021: s’intitola così un nuovo libro dedicato alle conquiste politiche, economiche e sociali delle donne in Svizzera a partire dall’introduzione del diritto di voto fino a oggi. Questa pubblicazione anticipa di qualche mese l’anniversario dell’introduzione del diritto di voto femminile in Svizzera, avvenuta il 7 febbraio 1971.

La storia delle donne in Svizzera dall’introduzione del diritto di voto a oggi è stata ricca di avvenimenti, dibattiti, battaglie e conquiste. Il nuovo libro, edito dalla casa editrice zurighese Hier und Jetzt, offre uno sguardo d’insieme su questo periodo storico straordinario.

Pubblicato il

22.10.20
Materie prime
..

di

Nel 2019, una piccola fonderia di Riva San Vitale è stata multata dall’Amministrazione federale delle dogane per avere importato dell’oro africano non marchiato correttamente. Il metallo prezioso era stato importato a mano ed era fornito tramite una società di Zugo che fa capo ad un pregiudicato noto per le sue pratiche opache nel mondo dei metalli preziosi. Il fornitore è stato segnalato alla Procura del Canton Ticino. Questa vicenda, di cui abbiamo riferito nell’ultima edizione cartacea di area, mette ancora una volta in luce tutti i rischi, anche reputazionali, del luccicante settore aurifero svizzero.

Pubblicato il

20.10.20
Colletti sporchi
..

di

 

Un anno dopo la storica condanna di Gunvor, una nuova inchiesta di Public Eye rileva come un altro gigante delle materie prime svizzero, Vitol, abbia versato denaro ad una misteriosa quanto opaca società di Hong Kong. Una società controllata da un ristoratore parigino che, in Svizzera, era già stato condannato per essere stato un prestanome proprio nel caso Gunvor.

 

Pubblicato il

19.10.20
Tasse e frontalieri
..

di

Il nuovo accordo tra Svizzera e Italia sul regime fiscale per i frontalieri non è ancora cosa fatta: «È troppo presto per cantare vittoria», afferma il segretario regionale di Unia Ticino e Moesa Giangiorgio Gargantini, che areaonline ha interpellato per fare il punto alla situazione dopo la notizia di una raggiunta “pre-intesa” tra i governi dei due paesi e le voci su una possibile firma dell’Accordo già entro la fine di quest’anno. Domani tra l’altro il ministro delle finanze Ueli Maurer sarà a Bellinzona per illustrare i dettagli al Consiglio di Stato ticinese.

Pubblicato il

15.10.20
La vignetta

Abbonarsi alla versione
cartacea di area costa
solo 60 franchi!

..
..
..
..
..
.. ..