< Ritorna

Stampa

 

Giù la maschera

di

Generoso Chiaradonna
Ristrutturazioni, ottimizzazioni, riorganizzazioni e ancora ristrutturazioni. È questo il leit motiv che contrassegna la vita di aziende ancora pubbliche (per quanto?), quali Swisscom e La Posta. E con esse la vita di migliaia di persone. Abbiamo usato la parola persone – e non dipendenti – volutamente. Dietro qualunque scelta di natura aziendale ci sono, infatti, persone e non numeri. Donne e uomini che non vogliono e non possono ripensare e pianificare la loro vita ogni volta che una mattina qualcuno, sopra la loro testa, decide una nuova strategia aziendale (vedi articolo a pagina 6). Ed ecco le famose strategie celate dietro acronimi e sigle accattivanti. Rema, Futura plus, Optima ecc. nascondono in realtà classicissimi tagli di personale, denominati eufemisticamente e semplicemente «fluttuazione naturale dell’organico», come se cambiasse qualcosa per chi è direttamente toccato dalla perdita del posto di lavoro. Peggioramenti di servizi pubblici essenziali, come le chiusure di uffici postali periferici chiamate «razionalizzazioni e ottimizzazioni»; cancellazioni di sedi regionali (vedi Directories di Bellinzona) importantissime per la «clientela», una volta semplice «utenza», che si vuole servire. Un modo per indorare la pillola amara della verità. Il tutto potrebbe essere riassunto semplicemente e onestamente in una frase: «smantellamento di servizi pubblici in nome del profitto e del mercato». Lo dichiarassero, almeno sarebbe chiaro l’obiettivo cui mirano i capoccioni che guidano queste aziende e i cittadini e la società tutta si potrebbero comportare di conseguenza. Invece no, si cerca di nascondere sempre la verità «vera» per sviare, ingannare e cercare il consenso. Si giustificano scelte, sbagliate, in nome di un mercato che in realtà non esiste o che comunque è troppo piccolo per legittimare opzioni estreme. Un mercato virtuale che esiste solo nelle menti di alcuni politici e manager ma che trasforma in denaro sonante, per questi ultimi, scelte drammatiche per altri.

Pubblicato

Venerdì 19 Aprile 2002

Edizione cartacea

Leggi altri articoli di

< Ritorna

Stampa

Abbonati ora!

Abbonarsi alla versione cartacea di AREA costa soltanto CHF 60.—

VAI ALLA PAGINA

L’ultima edizione

Quindicinale di critica sociale e del lavoro

Pubblicata

Venerdì 4 Giugno 2021

Torna su

Editore

Sindacato Unia

Direzione

Claudio Carrer

Redazione

Francesco Bonsaver

Raffaella Brignoni

Federico Franchini

Veronica Galster

Indirizzo
Redazione area
Via Canonica 3
CP 5561
CH-6901 Lugano
Contatto
info@areaonline.ch
Inserzioni pubblicitarie

Tariffe pubblicitarie

T. +4191 912 33 80
info@areaonline.ch

Abbonamenti

T. +4191 912 33 80
Formulario online

INFO

Impressum

Privacy Policy

Cookies Policy

 

© Copyright 2019