di

Si dice, si mormora e si afferma che il thermo ex-avvocato Tutto Rossi si sia ardentemente proposto quale candidato al Gran consiglio ticinese alle prossime elezioni cantonali. Forse desideroso di un’improbabile immunità parlamentare che in realtà non esiste per i reati penali. Comunque sia, nella ricerca affannosa di un partito disposto ad accoglierlo nelle proprie fila, ha bussato alla porta della Lega dei truci, Giuliano Bignasca e Flavio Maspoli. Purtroppo per lui, e per noi, si è beccato un sonoro no. È un peccato perché, tra perizie, pareri e audit che riguardano l’affaire BancaStato e se medesimo, c’è un rimpallo di responsabilità reciproco e finora non si è ancora delineato un contorno chiaro della vicenda del buco milionario. Sarà quindi il giudice penale a fare luce. Una soddisfazione però, per chi vuole vederla, c'è: finalmente, un personaggio politicamente ambiguo, ha fatto una scelta di campo. E non è quello socialista. Era ora.

Pubblicato il 

31.01.03

Edizione cartacea

Rubrica

 
Nessun articolo correlato