< Ritorna

Stampa

 

Elezione dei Comites, il centrosinistra ha fatto cappotto

di

Dino Nardi
Dopo tanto parlare, scrivere ed agitarsi negli ambienti politici della comunità italiana in Svizzera, si sono finalmente tenute le elezioni per il rinnovo dei Comitati degli Italiani all’Estero (Comites), i parlamentini che rappresentano gli italiani all’estero nei confronti delle autorità italiane e, di concerto con queste, anche nei confronti delle autorità locali. Elezioni che, per la prima volta, si sono tenute attraverso il voto per corrispondenza e che sono state un successo superiore alle aspettative, anche dei più ottimisti, per la forte partecipazione al voto che vi è stata in Svizzera (37 per cento), con la punta massima del 47,45 per cento di Lucerna e la minima del 28,68 per cento di Losanna. Un successo specie se si pensa che nelle precedenti elezioni dei Comites del ’97 la percentuale dei votanti era stata solo del 19 per cento e che in occasione del referendum italiano dello scorso anno, in cui debuttò il voto per corrispondenza, nella Confederazione la partecipazione al voto fu del 35,7 per cento. Purtroppo, anche in questa occasione, vi è stato, da un lato, il problema della non corrispondenza dei dati dei cittadini italiani iscritti alle Anagrafi degli Italiani Residenti all’Estero (aventi il diritto di voto ed incomplete) con quelli delle Anagrafi consolari (più corrispondenti alla realtà) che non ha consentito di poter votare a migliaia di emigrati e, dall’altro, il problema della inesattezza di molti indirizzi che ha comportato, in tutta la Svizzera, la restituzione ai Consolati italiani di ben 28’405 plichi elettorali non consegnati agli elettori su 334 mila 087 plichi spediti. A questo successo di partecipazione al voto che si è avuto nella Confederazione è, poi, corrisposto anche il successo delle liste “Uniti con l’Ulivo” e di quelle che si richiamavano, comunque, al centrosinistra che hanno ottenuto la maggioranza in tutti i Comites che sono stati eletti. Come d’altra parte è avvenuto anche in tutto il mondo (salvo alcune eccezioni verificatesi, per lo più, nei Comites degli Stati Uniti), smentendo così tutti coloro che, alla vigilia, temevano o sventolavano (a seconda dell’appartenenza politica) una vittoria del centrodestra essendo esso attualmente al governo in Italia e grazie soprattutto al supporto politico del Ministro degli Italiani nel Mondo, Mirko Tremaglia. Un successo del centrosinistra che dovrebbe essere di buon auspicio per le prossime elezioni politiche italiane del 2006 in cui verranno eletti per la prima volta nel Parlamento italiano dodici deputati e sei senatori in rappresentanza degli italiani all’estero. Da queste elezioni dei Comites sono emersi, inoltre, dei dati estremamente significativi come ha evidenziato una statistica elaborata dal Consola-to Generale d’Italia di Zurigo. Innanzitutto, contrariamente all’elettorato residente in Italia, qui abbiamo un corpo elettorale che è composto, in maggioranza, da maschi, anche se la percentuale dei votanti è stata poi identica (38 per cento) per i due sessi. In secondo luogo mentre i votanti nati in Italia sono stati il 50 per cento, quelli nati in Svizzera sono stati solo il 26 per cento. Infine risulta ancora che gli elettori in possesso unicamente della cittadinanza italiana hanno partecipato al voto nella misura del 44 per cento, mentre quelli in possesso della doppia cittadinanza (italo-svizzera) sono stati, invece, solo il 27 per cento. Un dato statistico, quest’ultimo, che deve far riflettere e ragionare anche il mondo politico elvetico sulla valenza che potrà avere sempre di più, in futuro, il nuovo corpo elettorale elvetico dei doppi cittadini!

Pubblicato

Venerdì 30 Aprile 2004

Edizione cartacea

Leggi altri articoli di

< Ritorna

Stampa

Abbonati ora!

Abbonarsi alla versione cartacea di AREA costa soltanto CHF 60.—

VAI ALLA PAGINA

L’ultima edizione

Quindicinale di critica sociale e del lavoro

Pubblicata

Giovedì 19 Maggio 2022

Torna su

Editore

Sindacato Unia

Direzione

Claudio Carrer

Redazione

Francesco Bonsaver

Raffaella Brignoni

Federico Franchini

Veronica Galster

Mattia Lento

Indirizzo
Redazione area
Via Canonica 3
CP 1344
CH-6901 Lugano
Contatto
info@areaonline.ch
Inserzioni pubblicitarie

Tariffe pubblicitarie

T. +4191 912 33 80
info@areaonline.ch

Abbonamenti

T. +4191 912 33 80
Formulario online

INFO

Impressum

Privacy Policy

Cookies Policy

 

© Copyright 2019