< Ritorna

Stampa

 

Che bella la new Locarno, tutta rally e cemento

di

Cristina Foglia
Tira aria di ingrandimenti, di novità. Grande Lugano, nuova Locarno e magari presto, chissà? new Bodio. Ingrandire, aggregare, dare un look moderno e funzionale alle nostre città, ché poi i turisti ci vengono ancora in vacanza. In quanto ad attrattiva turistica, Locarno è meglio di Lugano. Vuoi mettere il centro storico di Locarno con i deserti urbani di Lugano dopo l’ora di chiusura dei negozi? Locarno la graziosa. Con la sua stazione Ffs, fra le più belle della Svizzera: colonnine di ferro con vasi di gerani in cima, a tener su una tettoia orlata di pizzo di lamiera, la costruzione robusta ma elegante… Come dite? Dov’è? Ma sì, è ancora lì, dietro gli armadietti per le valigie, fra il negozio sempre aperto e sotto… cosa? Una sinfonia di pensiline di varie altezze e direzioni, una che va da qui a là, una che la incrocia da lì a là. E quando piove l’ombrello lo devi tenere aperto, se no ti bagni nel tragitto dalla biglietteria al marciapiede? Ma come un postaccio? Ma no, per quei tre teppistelli che rubano la borsetta alle vecchiette e menano un conducente del bus? Ma dai, questo succede in tutte le città moderne! E poi Locarno è una città di cultura. Il nostro festival del film ce lo invidia tutta la Svizzera. Come, non c’è un film decente per tutto il resto dell’anno? Ma signori, qui è l’iniziativa privata che deve pensarci! E poi di cosa vi lamentate? Tutti i film di Schwarzenegger e anche l’ultimo “La vendetta dei… sikh” (sì, quelli lì col turbante e la faccia incazzata, o no?) sono tutti film in cartellone. E poi ci sono i filmetti dei cineclub… Come? È la sala più pulciosa del Locarnerse? Ma cosa volete? il Kursaal per dei film in bianco nero vecchi di venti o trent’anni? Il Kursaal, già che ne parliamo: ecco un altro esempio di restauro voluto, di opera architettonica di pregio salvata. Perché quella faccia? Ah il foyer! Eh, ma quello ci voleva, e se poi non si vede più metà facciata pazienza! Locarno è una città vivace, che risponde alle esigenze pratiche. Fra poco in Piazza grande partirà il rally della Vallemaggia, vedrete che ricaduta d’immagine! Stiamo già pensando anche di fare uno slalom in città vecchia per i fuoristrada. Vuoi mettere lo spasso, in quelle stradine? Qui siamo pieni d’iniziative: via il macello e quella sporcizia di vecchi muri, giù tutto, come l'officina e la stazione della Fart, che adesso viene lì un bel posteggio. E in Città Vecchia, al posto di quella giungla che era il parco della villa Balli verrà su una bella residenza a cinque piani con i suoi bei posteggi sotterranei. E fra quarant’anni avremo anche il museo del territorio. Vedrete le code agli sportelli! Non si dorme qui, si lavora per il domani. Com’è che dicono? Ah ecco: “Stiamo lavorando per voi”. Cos’è quella faccia? Quante storie, e poi adesso basta chiacchiere. Devo andare al mio corso di “creative-event-manager”. Bye Bye!

Pubblicato

Venerdì 3 Giugno 2005

Edizione cartacea

Leggi altri articoli di

Rubrica

< Ritorna

Stampa

Abbonati ora!

Abbonarsi alla versione cartacea di AREA costa soltanto CHF 60.—

VAI ALLA PAGINA

L’ultima edizione

Quindicinale di critica sociale e del lavoro

Pubblicata

Mercoledì 15 Giugno 2022

Torna su

Editore

Sindacato Unia

Direzione

Claudio Carrer

Redazione

Francesco Bonsaver

Raffaella Brignoni

Federico Franchini

Veronica Galster

Mattia Lento

Indirizzo
Redazione area
Via Canonica 3
CP 1344
CH-6901 Lugano
Contatto
info@areaonline.ch
Inserzioni pubblicitarie

Tariffe pubblicitarie

T. +4191 912 33 80
info@areaonline.ch

Abbonamenti

T. +4191 912 33 80
Formulario online

INFO

Impressum

Privacy Policy

Cookies Policy

 

© Copyright 2019