< Ritorna

Stampa

 
Il commento

Argo 1, le falle di sistema

di

Francesco Bonsaver

Accanimento sul Dss? No, vi è la necessità di individuare i problemi, di ammetterli, di risolverli e, se del caso, sanzionare chi ha commesso gli errori. Il consigliere di Stato Paolo Beltraminelli da marzo va giustificando lo scandalo Argo 1 con l’“urgenza” e dei formali errori amministrativi. Non è così.
Non vi era nessuna urgenza nel togliere il mandato all’agenzia Rainbow per affidarlo a Argo 1. Di urgente vi era solo la voglia di affidare a una ditta l’appalto a prezzi scontati, senza nessuna verifica preliminare seria.
Ad oggi, la magistratura non ha trovato prove di corruzione. Senza la possibilità di scaricare le colpe sul singolo corrotto, se ne deduce che gli errori siano il frutto del sistema decisionale interno al Dss. Da anni la gestione dei rifugiati è concentrata in un’unica persona, le cui proposte sono poi ratificate da superiori affaccendati in molteplici incarichi. Una potenziale pericolosa concentrazione di potere, seppur informale, che si è tradotta in una gestione altrettanto informale. Accettare quale semplice “gesto di cortesia” due cene offerte dalla ditta che ha appena ricevuto un appalto relativo al tuo servizio, significa dar per normale, quel che invece dovrebbe suscitare forte imbarazzo e un cortese rifiuto.

Pubblicato

Giovedì 12 Ottobre 2017

Leggi altri articoli di

< Ritorna

Stampa

Abbonati ora!

Abbonarsi alla versione cartacea di AREA costa soltanto CHF 65.—

VAI ALLA PAGINA

L’ultima edizione

Quindicinale di critica sociale e del lavoro

Pubblicata

Venerdì 18 Novembre 2022