Anno XXIV - N°14- 24 settembre 2021

L'editoriale
23.09.2021

di 

Claudio Carrer

Nella ricca Svizzera i pensionati godono di rendite sufficienti per pagare i costi fissi mensili come l’affitto, l’assicurazione malattie o le imposte e magari per concedersi qualche hobby, attività del tempo libero oppure una vacanza? Certamente no e la situazione si sta facendo, ormai da anni, sempre più precaria. L’Avs non basta per vivere e le rendite della previdenza professionale (il cosiddetto 2° pilastro) sono in caduta libera: si pensi che una persona che andrà in pensione nel 2025 percepirà il 20 per cento in meno di una che ci è andata nel 2010, con il medesimo capitale. A pagare il prezzo più elevato sono le donne, le cui pensioni sono di oltre un terzo inferiori a quelle degli uomini: una su tre deve accontentarsi di meno di 2.000 franchi al mese e in generale con il pensionamento vedono accentuarsi le discriminazioni già vissute durante la vita professionale con retribuzioni del 20 per cento inferiori rispetto a quelle degli uomini che svolgono lo stesso identico lavoro.

Articoli

Covid e lavoro
27.09.2021

di 

Veronica Galster

L’estensione del Certificato Covid al mondo del lavoro, decisa dal Consiglio federale, è entrata in vigore il 13 settembre, ma la decisione se applicare o meno questa misura è stata lasciata ai singoli datori di lavoro, creando qualche incertezza e preoccupazione, vista la mancanza di chiarezza e di regole univoche. Secondo il Decreto del Consiglio federale, il datore di lavoro è autorizzato a richiedere un certificato ai propri dipendenti nel quadro del piano di protezione aziendale e se lo fa è tenuto a sostenere i costi per i test che i lavoratori devono eseguire in questo ambito. Qual è la situazione a quasi due settimane dall’entrata in vigore di questa norma?

Lavoro & DignitĂ 
23.09.2021

di 

Francesco Bonsaver

L'associazione TiSin, guidata da Nando Ceruso e dai leghisti Boris Bignasca e Sabrina Aldi, aveva già provato a farsi riconoscere come sindacato. Nel mese di febbraio aveva inoltrato a sette commissioni paritetiche cantonali la domanda di adesione alle comunità contrattuali dei rispettivi Ccl e, di conseguenza, la richiesta d’incassare i contributi paritetici prelevati dagli stipendi dei lavoratori iscritti alla loro associazione. Ma i numeri paiono far difetto. Di molto.


Rubriche

La mano invisibile
23.09.2021

di 

Silvano Toppi
Eurovisioni
23.09.2021

di 

Andreas Rieger

Torna su

Editore

Sindacato Unia

Direzione

Claudio Carrer

Redazione

Francesco Bonsaver

Raffaella Brignoni

Federico Franchini

Veronica Galster

Mattia Lento

Indirizzo
Redazione area
Via Canonica 3
CP 5561
CH-6901 Lugano
Contatto
info@areaonline.ch
Inserzioni pubblicitarie

Tariffe pubblicitarie

T. +4191 912 33 80
info@areaonline.ch

Abbonamenti

T. +4191 912 33 80
Formulario online

INFO

Impressum

Privacy Policy

Cookies Policy

 

© Copyright 2019